Tommaso Monza ● Black Lights

 

E’ un progetto ideato e curato da
Tommaso Monza in collaborazione con Andrea Baldassarri

Una produzione Compagnia Abbondanza/Bertoni
col sostegno di Casa del Teatro, Teatro due Mondi – Faenza
col sostegno del circuito residenze del bando CURA 2017, Residenza IDRA (BS), Stalker Teatro (TO) e Teatri di Vita (BO).
PRESENTAZIONE
Il “Controluce” assordante di Black lights è metafora del viaggio del migrante: non lo
conosciamo, solo lo ipotiziamo, lo mitiziamo e tentiamo di trarne delle verità
muovendoci a carponi in un mondo per noi sfocato ed indefinito.
Eppure una cosa emerge chiara dall’ombra: il senso dell’ umanità e della tragedia che
la migrazione porta con sé.
L’idea che tutto lo sforzo fatto per giungere in fondo sia vano è lì, davanti a noi, ed è
ciò che più ci fa paura, che più ci viene voglia di nascondere al buio.
Nel viaggio fra la luce e il buio, epopea del migrante, i due corpi vengono sorpresi,
scoperti, ridisegnati in un’astrazione che non appartiene alla loro fisicità.